.



Cultura Primo Piano

Eventi

21/04/2014 - Mercoledì, presso il Flying Circus di Bari, si terrà l’evento “Letteratura, diamoci un taglio” Un evento-concorso per sperimentare ... +++ 14/04/2014 - Ogni martedì, dalle 14 alle 16, appuntamento all’Ex Caserma Rossani Liberata, con “Sciatavinn vu e l salott letterar – reading, dibattiti e letture” Un appuntamento settimanale per con ... +++ 09/04/2014 - Firenze, Il Manager Produttore Di Grandi Eventi Salvo Nugnes Commenta La Mostra Celebrativa Su Michelangelo “La mostra fiorentina -Ri-con ... +++ 07/04/2014 - Venerdì, presso la Feltrinelli di Bari, sarà presentato il cd “Ulysses. Terra di approdi, passaggi e partenze”. Il tema del viaggio, protagonista d ... +++ 31/03/2014 - Dal 7 al 13 aprile, a Roma, presso Cinecittàdue, si terrà la rassegna “Libri al centro” Una settimana in cui autori di spic ... +++ 24/03/2014 - Oggi, alle ore 18, presso la Libreria Laterza di Bari, Raffaele Ruggiero leggerà “La Monarchia” di Dante Leggere i classici per conoscere il ... +++ 17/03/2014 - Domenica, presso la Libreria Sociale Pavlos Fyssas si terrà il workshop di scrittura “Sopra le righe, riappropriamoci dei linguaggi, condividiamo i saperi” Una serie di incontri che renderann ... +++ 10/03/2014 - Mercoledì, presso il salotto culturale Samà di Lecce, si terrà la presentazione del libro “NeroNotte” Pagine in cui il lettore potrà con ... +++ 03/03/2014 - Domani, a Campi Bisenzio, si terrà il convegno “Infanzia, letture, biblioteche: un mondo di storie contro la crisi” Un incontro per appassionati e oper ... +++ 24/02/2014 - Si terrà il primo marzo, in tutta Italia, il flashmob letterario organizzato dall’associazione culturale Caffeina Una giornata dedicata alla lettura ... +++ 17/02/2014 - Oggi, presso il Teatro Sociale di Fasano, si terrà lo spettacolo di letture in musica “A memoria della guerra” Conoscere la storia attraverso test ... +++ 10/02/2014 - Parte domani, a Lecce, il corso di scrittura del diario, un metodo pratico per conoscere se stessi Scrivere un diario per liberarsi, p ... +++ 03/02/2014 - Oggi, presso la Libreria Mandese a Taranto, si terrà la presentazione del libro “Marina bellezza” Un libro attraverso il quale l'autr ... +++ 27/01/2014 - Oggi, a Giovinazzo, si terrà un reading – concerto in occasione della giornata della memoria Un'ora e mezza in cui parole e musi ... +++ 20/01/2014 - Oggi, alle 18, presso la libreria Laterza di Bari, si terrà l’incontro con Marco Romano, autore del libro “Liberi di costruire” Pagine impegnate nel quale l'autore ... +++ 13/01/2014 - Mercoledì 15, presso la Libreria Sociale Pavlos Fyssas, si terrà la presentazione del libro “Radio Red, la stagione dell’occupazione” Il libro ripercorre la storia di Ra ... +++ 07/01/2014 - Il Racconto nel Cassetto, XI edizione VILLARICCA – Il Racconto nel Cass ... +++ 06/01/2014 - Giovedì 9, alle 17.30, presso la Biblioteca Comunale La Maddalena, si terrà una serata dedicata agli scrittori dell’Ottocento Ogni lettore avrà cinque minuti di ... +++ 30/12/2013 - Il Circolo Culturale “Gino Baragli” presenta la decima edizione del concorso nazionale di Poesia “Iris di Firenze” Il 21 marzo è l'ultimo giorno per ... +++ 23/12/2013 - L’associazione Crossroads – intrecci culturali presenta la seconda edizione del concorso Intrecci Letterari Il 31 gennaio è l'ultimo giorno ut ... +++ webdesign


Articolo di
Scritto il 28 luglio, alle 16 : 02 PM
Stampa l'articolo

Ripercorrere la nascita della Storia e della Filosofia di Marx può aiutarci a guardare il filosofo secondo una nuova prospettiva, più all'avanguardia che mai

Marx e la morte della filosofia

Marx e la morte della filosofia


Nel 1845 Marx compone le sue 11 tesi su Feuerbach che Engels pubblicherà postume nel 1888. Nessuno comprese allora tutta la carica dirompente di questi brevi appunti, e probabilmente sfuggì allo stesso Marx.

Nell’undicesima tesi egli scrive che sino ad allora i Filosofi si erano limitati a interpretare il mondo, ma adesso il loro compito era quello di cambiarlo.

Nessuno sino a quel momento era arrivato a mettere in discussione la natura della filosofia e del filosofo come teorico del pensiero. Marx lo aveva fatto, ma probabilmente temeva di essersi spinto troppo oltre.

Insomma Marx toglieva ai filosofi un solido punto d’appoggio.

Il primo punto della sua undicesima tesi si basa su una nuova idea di Storia. La Storia la fanno gli uomini in carne e ossa. Non c’è altro al di fuori di essa. Le idee funzionano solo e perché si traducono in azioni pratiche di trasformazione. La Filosofia non può più accontentarsi di assiomi permanenti, ma deve calarsi nel reale e mutarsi in quelle idee che l’azione collettiva degli individui trasforma in azione.

Il secondo punto riguarda le leggi sulle quali ogni filosofia precedente aveva articolato il proprio statuto. Queste si riassumono nella legge d’identità (A = A) e in quella di non contraddizione (A non può essere B). Se dico “il cavallo è un cavallo”, sono nel giusto, ma sbaglio se dico che il cavallo è un cane. Ovviamente le cose sono più complesse di quanto detto, ma credo di aver fornito esempi comprensibili.

In riferimento alla sua tesi, il mondo non è più determinabile univocamente, ma è il frutto di una trasformazione storica. Il presente ha in sé tutto il passato e tutte le possibilità del futuro e ognuno di noi appartiene a questo mondo, si evolve o regredisce, interagisce con altri uomini e donne, si fa portatore e carico di problemi d’esistenza. Marx ha intuito che il filosofo, che sino allora era vissuto in una torre d’avorio e avulsa dalla gente, adesso deve interrogare l’altro perché ogni uomo o donna di questo pianeta è sé stesso ma allo stesso tempo diverso rispetto a tutti gli altri e che il rapporto con l’altro diventa il fulcro intorno al quale deve ruotare il pensiero.

Gli anni a venire si sono incaricati di osannare o demolire Marx. C’è stato chi lo ha ritenuto una sorta di nuovo redentore e chi al contrario il precursore ideologico di un sistema mostruoso.

Ovviamente nessuna delle due posizioni gli fa giustizia. Una cosa è Karl Marx, altra il Marxismo.

Marx, come filosofo, ha il merito di aver parlato di alienazione come espropriazione (alienato è l’individuo a cui sono stati sottratti gli strumenti del lavoro), o del lavoro come merce (il profitto è una differenza tra il lavoro acquistato e la merce rivenduta), del proletariato urbano come nuova classe emergente, dello Stato come insieme di cittadini.

Poi ci sono le critiche che gli possono venir mosse. Una fra tutte quella di non aver portato la sua idea di Storia sino alle estreme conseguenze.

Certamente non è responsabile dei sistemi politici che in suo nome si sono costruiti (Marx non ha niente a che vedere con lo Stalinismo né con ogni sistema totalitario).

Se si comprende questo, è forse possibile ritornare alla sua filosofia con più lucidità.

QR:  Marx e la morte della filosofia

Inquadra questo Qr-Code col tuo smartphone e porta con te l'articolo!



Commenti

Tommaso Marotta



.
Tommaso Marotta ha esercitato per quarant' anni il mestiere di editore e operatore culturale a Napoli.

Come editore, dopo un’esperienza redazionale presso l’Alberto Marotta editore, ha fondato agli inizi degli anni '80 laTommaso Marotta Editore e nel 2000, in società con Anna Cafiero, la Marotta & Cafiero Editori.

Per la Tommaso Marotta Editore ha pubblicato tra l’altro il Teatro di Peppino De Filippo, La mia cucina di Georges Auguste Escoffier, Saggi critici per dodici poeti di Salvatore Quasimodo (a cura di Lina Angioletti).

Per la Marotta & Cafiero Editori ha pubblicato, tra l’altro, "L’orazione per Marilyn Monroe" di Ernesto Cardenal (traduzione di Marco Ottaiano, cura di Anna Cafiero), "Grondante sangue" di Rafael Reig (traduzione di Marco Ottaiano), "Omaggio agli indios americani" di Ernesto Cardenal (traduzione di Antonio Melis), "Napoli nel cinema", "il Vesuvio" e il "Romanzo d’avventure" di Vittorio Paliotti, "Al di la della neve" di Rosario Esposito La Rossa.

Ha tenuto corsi di scrittura creativa e redazione editoriale. Nel 2010 ha regalato la sigla della Marotta & Cafiero a Rosario Esposito La Rossa e Maddalena Stornaiolo e si è trasferito in Provenza.

Attualmente si dedica al progetto Apostrophe per il quale ha rivisto, aggiornandole, le lezioni di redazione editoriale. Sta rivedendo anche le lezioni di scrittura creativa che andranno presto on-line.


La pagina di
Tommaso Marotta
.


Articoli Collegati



Letteratu.it mette insieme scrittori emergenti e affermati, notizie di cultura, eventi e attualità, recensioni e riflessioni sul mondo della letteratura.