.



Cultura Primo Piano

Eventi

01/08/2014 - Si terrà, fino al 30 settembre, presso il carcere di Regina Coeli, il Festival Teatro a Righe Il teatro raccontato e recitato dai ... +++ 31/07/2014 - Il venerdì diventa giallo: con il “Corriere della Sera” Agatha Christie “La regina del giallo non risparmia nessuno” La regina dei rompicapo ha maturato ... +++ 28/07/2014 - Oggi, presso l’Atrio di Palazzo Imperiali a Latiano, sarà possibile guardare il film “Storia di una ladra di libri” tratto dal romanzo di Markus Zusak Un film che, attraverso le tragiche ... +++ 21/07/2014 - Scade il 10 agosto il termine ultimo per iscriversi alla IV edizione del “Premio Franz Kafka Italia” Un concorso letterario dedicato all ... +++ 14/07/2014 - A Salerno, nelle grotte di Castelcivita, fino al 26 settembre, si terrà lo spettacolo “L’Inferno di Dante” Una rappresentazione emozionante e ... +++ 13/07/2014 - “Lettere d’amore”. Con il “Corriere della Sera” la passione raccontata dai grandi artisti del nostro tempo. È un vorticoso abisso di emozioni, ... +++ 10/07/2014 - Grande scalpore per la conferenza “Expo e Arte” alla “Milano Art Gallery” con protagonisti Filippo Del Corno e Alessandro Meluzzi La rinomata “Milano Art Galle ... +++ 08/07/2014 - “Milano Art Gallery” espone il cielo astrale di Giuseppe Santonocito Il talentuoso pittore contemporaneo ... +++ 07/07/2014 - Dal 9 al 12 luglio, a Polignano a Mare si terrà l’edizione 2014 del Festival “Il libro possibile” Quattro giornate in cui appassionat ... +++ 05/07/2014 - L’Angolo della Poesia 2014 Giunge quest’anno alla sua quarta ... +++ 04/07/2014 - Le suggestive composizioni floreali di Angelica Cioppa in esposizione a “Spoleto Arte” Le mostre di “Spoleto Arte ... +++ 30/06/2014 - Pasolini in mostra a Roma, presso il Palazzo delle esposizioni, fino al 20 luglio Una mostra che mira ad essere un ra ... +++ 23/06/2014 - A Roma, fino al 26 giugno, presso la Galleria Varsi, in mostra l’arte del lettering di “Blade, King of graf” Lo studio delle lettere e della cal ... +++ 16/06/2014 - Oggi, presso il Teatro Antigone di Roma, si terrà lo spettacolo “I Fabulanti: fiabe dinamiche di seconda mano” Un modo di fare spettacolo diverso ... +++ 09/06/2014 - Mercoledì, presso il Caffè Letterario Mangiaparole a Roma, sarà presentato il libro “Confini Mutevoli” L'autrice romana, Maria Letizia Ava ... +++ 02/06/2014 - A Roma, fino al sette giugno, si terrà la Mostra collettiva “De Rerum Natura” Attingere dal poema di Lucrezio per ... +++ 26/05/2014 - Oggi, presso il Piccolo Teatro di Bari Eugenio D’Attoma, si terrà lo spettacolo “Fiabe senza frontiere” Uno spettacolo teatrale per raccont ... +++ 19/05/2014 - Domani, nell’ambito della campagna nazionale “Il maggio dei libri” sarà presentato il libro di Romana Petri “Giorni di spasimato amore” Una rassegna culturale rivolta ai s ... +++ 16/05/2014 - L’Avv. Carra ammiratore della mostra di Laudadio alla Milano Art Gallery Recentemente ha inaugurato presso l ... +++ 15/05/2014 - A partecipare come ospitante alla mostra di José Dalì alla Milano Art Gallery anche il magistrale Avv. Marco Carra L’Avv. Marco Carra, Domenica ... +++ webdesign


Articolo di
Scritto il 28 luglio, alle 16 : 02 PM
Stampa l'articolo

Ripercorrere la nascita della Storia e della Filosofia di Marx può aiutarci a guardare il filosofo secondo una nuova prospettiva, più all'avanguardia che mai

Marx e la morte della filosofia

Marx e la morte della filosofia


Nel 1845 Marx compone le sue 11 tesi su Feuerbach che Engels pubblicherà postume nel 1888. Nessuno comprese allora tutta la carica dirompente di questi brevi appunti, e probabilmente sfuggì allo stesso Marx.

Nell’undicesima tesi egli scrive che sino ad allora i Filosofi si erano limitati a interpretare il mondo, ma adesso il loro compito era quello di cambiarlo.

Nessuno sino a quel momento era arrivato a mettere in discussione la natura della filosofia e del filosofo come teorico del pensiero. Marx lo aveva fatto, ma probabilmente temeva di essersi spinto troppo oltre.

Insomma Marx toglieva ai filosofi un solido punto d’appoggio.

Il primo punto della sua undicesima tesi si basa su una nuova idea di Storia. La Storia la fanno gli uomini in carne e ossa. Non c’è altro al di fuori di essa. Le idee funzionano solo e perché si traducono in azioni pratiche di trasformazione. La Filosofia non può più accontentarsi di assiomi permanenti, ma deve calarsi nel reale e mutarsi in quelle idee che l’azione collettiva degli individui trasforma in azione.

Il secondo punto riguarda le leggi sulle quali ogni filosofia precedente aveva articolato il proprio statuto. Queste si riassumono nella legge d’identità (A = A) e in quella di non contraddizione (A non può essere B). Se dico “il cavallo è un cavallo”, sono nel giusto, ma sbaglio se dico che il cavallo è un cane. Ovviamente le cose sono più complesse di quanto detto, ma credo di aver fornito esempi comprensibili.

In riferimento alla sua tesi, il mondo non è più determinabile univocamente, ma è il frutto di una trasformazione storica. Il presente ha in sé tutto il passato e tutte le possibilità del futuro e ognuno di noi appartiene a questo mondo, si evolve o regredisce, interagisce con altri uomini e donne, si fa portatore e carico di problemi d’esistenza. Marx ha intuito che il filosofo, che sino allora era vissuto in una torre d’avorio e avulsa dalla gente, adesso deve interrogare l’altro perché ogni uomo o donna di questo pianeta è sé stesso ma allo stesso tempo diverso rispetto a tutti gli altri e che il rapporto con l’altro diventa il fulcro intorno al quale deve ruotare il pensiero.

Gli anni a venire si sono incaricati di osannare o demolire Marx. C’è stato chi lo ha ritenuto una sorta di nuovo redentore e chi al contrario il precursore ideologico di un sistema mostruoso.

Ovviamente nessuna delle due posizioni gli fa giustizia. Una cosa è Karl Marx, altra il Marxismo.

Marx, come filosofo, ha il merito di aver parlato di alienazione come espropriazione (alienato è l’individuo a cui sono stati sottratti gli strumenti del lavoro), o del lavoro come merce (il profitto è una differenza tra il lavoro acquistato e la merce rivenduta), del proletariato urbano come nuova classe emergente, dello Stato come insieme di cittadini.

Poi ci sono le critiche che gli possono venir mosse. Una fra tutte quella di non aver portato la sua idea di Storia sino alle estreme conseguenze.

Certamente non è responsabile dei sistemi politici che in suo nome si sono costruiti (Marx non ha niente a che vedere con lo Stalinismo né con ogni sistema totalitario).

Se si comprende questo, è forse possibile ritornare alla sua filosofia con più lucidità.

QR:  Marx e la morte della filosofia

Inquadra questo Qr-Code col tuo smartphone e porta con te l'articolo!



Commenti

Tommaso Marotta



.
Tommaso Marotta ha esercitato per quarant' anni il mestiere di editore e operatore culturale a Napoli.

Come editore, dopo un’esperienza redazionale presso l’Alberto Marotta editore, ha fondato agli inizi degli anni '80 laTommaso Marotta Editore e nel 2000, in società con Anna Cafiero, la Marotta & Cafiero Editori.

Per la Tommaso Marotta Editore ha pubblicato tra l’altro il Teatro di Peppino De Filippo, La mia cucina di Georges Auguste Escoffier, Saggi critici per dodici poeti di Salvatore Quasimodo (a cura di Lina Angioletti).

Per la Marotta & Cafiero Editori ha pubblicato, tra l’altro, "L’orazione per Marilyn Monroe" di Ernesto Cardenal (traduzione di Marco Ottaiano, cura di Anna Cafiero), "Grondante sangue" di Rafael Reig (traduzione di Marco Ottaiano), "Omaggio agli indios americani" di Ernesto Cardenal (traduzione di Antonio Melis), "Napoli nel cinema", "il Vesuvio" e il "Romanzo d’avventure" di Vittorio Paliotti, "Al di la della neve" di Rosario Esposito La Rossa.

Ha tenuto corsi di scrittura creativa e redazione editoriale. Nel 2010 ha regalato la sigla della Marotta & Cafiero a Rosario Esposito La Rossa e Maddalena Stornaiolo e si è trasferito in Provenza.

Attualmente si dedica al progetto Apostrophe per il quale ha rivisto, aggiornandole, le lezioni di redazione editoriale. Sta rivedendo anche le lezioni di scrittura creativa che andranno presto on-line.


La pagina di
Tommaso Marotta
.


Articoli Collegati



Letteratu.it mette insieme scrittori emergenti e affermati, notizie di cultura, eventi e attualità, recensioni e riflessioni sul mondo della letteratura.