Cenere di sogni

falò

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Cenere di sogni

  Ho vagato lungamente

questa sera

al chiarore dei fuochi

e in mezzo ai canti…

Invano ho cercato la tua mano

e ho sognato di tenerti accanto

a mirar le faville

e tante stelle.

E una donna bella che cantava

“amore, amore, amore,

quando è sera,

come diventa amaro

il tuo ricordo…”

ha legato il mio tormento

al dolce canto.

Ma con aria svagata

e sguardo assente

pensavo ai tuoi baci

ormai lontani

a una perduta estasi d’amore.

Il canto dava ali

al mio pensiero

mentre il fuoco consumava

a poco a poco

tronchi e rami

di alberi abbattuti,

come quel gelso antico

– ricordi? –

ridotto in cenere

insieme ai sogni belli

di un tempo lontano

e ormai perduto.

Fiorenzo d'Evoli
Veneziano di nascita, discendente da antica famiglia proveniente dal vicereame di Napoli, ho operato presso diverse istituzioni culturali e universitarie. Ho trascorso alcuni anni della mia adolescenza e giovinezza nel Molise, terra alla quale sono rimasto sempre legato e nella quale spesso ritorno. Lì emotivamente e umanamente mi sono formato, lì ho sentito i primi indimenticabili sobbalzi del cuore, i sogni ineffabili ed anche i dolori dei primi innamoramenti giovanili. Ho coltivato con passione lo studio e la lettura dei classici latini e greci e dei grandi autori delle letterature europee e americane. Particolarmente ho esplorato la vasta produzione dei poeti di ogni tempo e di ogni paese. Attualmente mi dedico alla ricerca storica, per ricostruire eventi ed episodi non ancora adeguatamente conosciuti. Gli otia subentrati ai negotia mi hanno concesso finalmente di mettere ordine nelle mie carte e di rivisitare un Canzoniere cui mi ero dedicato in un numero ben preciso di anni, chiaro nella memoria, ma molto lontano nel tempo. Leopardianamente, ho dato a quelle composizioni il titolo di “Frammenti di canzoni”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.