Ritorno a San Polo

chiesa di S.Pietro

*****************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************

Ritorno a San Polo

 A San Polo d’estate una vecchina

ci disse ” favorite alla mia casa”.

 

A San Polo

minuscolo paese del contado

sospeso tra i boschi

verso il cielo

siamo arrivati

come in un rifugio

cogliendo ginestre

dalle siepi.

 

I vicoli deserti sotto il sole

hanno accolto i nostri passi

e il nostro amore

e solo le pietre

delle case antiche

mute hanno visto

i nostri abbracci

e i tanti baci

profumati e colorati di ginestre.

 

Vivamus atque amemus

ti dicevo

evocando l’amore

del poeta antico

e tu abbandonata

sussurravi

“da mihi basia mille

deinde centum

dein altera mille”

 

A San Polo una notte d’inverno

siam tornati

e il vento ci ha sospinti per le vie

deserte

alla luce delle stelle.

 

Hai sostato

come d’estate

a quella casa

un po’ diroccata

che sognavi far nido

al nostro amore.

E vuota si è donata

al nostro sguardo

pure la piccola

piazza della chiesa

dove un giorno

d’estate

una vecchina

ci disse ”favorite alla mia casa

Fiorenzo d'Evoli
Veneziano di nascita, discendente da antica famiglia proveniente dal vicereame di Napoli, ho operato presso diverse istituzioni culturali e universitarie. Ho trascorso alcuni anni della mia adolescenza e giovinezza nel Molise, terra alla quale sono rimasto sempre legato e nella quale spesso ritorno. Lì emotivamente e umanamente mi sono formato, lì ho sentito i primi indimenticabili sobbalzi del cuore, i sogni ineffabili ed anche i dolori dei primi innamoramenti giovanili. Ho coltivato con passione lo studio e la lettura dei classici latini e greci e dei grandi autori delle letterature europee e americane. Particolarmente ho esplorato la vasta produzione dei poeti di ogni tempo e di ogni paese. Attualmente mi dedico alla ricerca storica, per ricostruire eventi ed episodi non ancora adeguatamente conosciuti. Gli otia subentrati ai negotia mi hanno concesso finalmente di mettere ordine nelle mie carte e di rivisitare un Canzoniere cui mi ero dedicato in un numero ben preciso di anni, chiaro nella memoria, ma molto lontano nel tempo. Leopardianamente, ho dato a quelle composizioni il titolo di “Frammenti di canzoni”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.